Flora Folli - Biografia

Flora Folli nasce a Sondrio il 16 gennaio 1955. Nonostante dimostri attitudine al disegno e alla pittura, non frequenta scuole d'arte, ma studia, si documenta, frequenta corsi sino all'incontro nel 1973 alla galleria "Il Punto" di Sondrio con Mario Mariani, che diventerà dopo un anno suo marito.
L'incontro, le affinità e gli avvenimenti, fanno si che un hobby diventi una professione per entrambi. L'anno successivo infatti, entrano nel gruppo "En plein air" di Walter Visioli. Un gruppo in quegli anni molto vivo, in fermento, con sedi in diverse gallerie. Incomincia quindi ad esporre nelle sedi di Cantù, Como, Salò, Venezia e Bormio. Dipinge fiori per scelta e per identificarsi, un figurativo con tendenze moderne, un genere che prelude al genere attuale. Eccelle inoltre nella miniatura.
La vitra artistica di Mario e Flora procede nella stessa direzione; molte sono le esposizioni e i concorsi ai quali paretcipano insieme. Mario però emerge con il suo genere sempre più interessante. Flora lo segue sempre e lo appoggia nel suo percorso artistico. Insieme producono un genere di quadri per designers che vengono esportati in Usa e Germania.
Nel gruppo "En plein air" del quale ancora oggi è tesoriere, Flora ha incontri molto importanti con critici (Portalupo, Nocentini, Tessari, Bertacchini, Pasquali, Zaccaria, Sertoli Salis, ecc.) i quali la stimolano a continuare il percorso artistico.
Visioli è sicuramente l'artefice dell'inizio pittorico, partecipa a numerose edizioni del concorso "Contea di Bormio" ottenendo buoni risultati; tra i premi da citare: Leone d'oro di Venezia, medaglia d'oro Pelizza da Volpedo, Coppa del Presidente sino al 1 premio nel 1999.
L'incontro con il prof. Umberto Zaccaria ha apportato un notevole contributo alla divulgazione delle sue opere ed a livello nazionale, organizzandole numerose mostre:

PERSONALI
1975, Galleria Grafis (Cento, FE)
1976, Galleria Le Mura (Spilamberto)
1977, Galleria Lima (Milano).
1978-79-80, Galleria Ghirlandina (Modena)
1981, Galleria Esedra (Padova)
1982-1984, Galleria Emilia (Modena)
1986, Galleria Emilia (Modena), Galleria Borgoarte (Borgomanero)
1989, Galleria il Quadro (Cesenatico), Galleria il Portico (Borgosesia)
1990, Galleria il Quadro (Cesenatico)
1991, Galleria la Salina (Finale Emilia), Galleria il Quadro (Cesenatico).

COLLETTIVE
1975, Invitata Città di Adria
1976, Invitata Città di Terni
1979, Invitata Città di Montebelluna
1984, Invitata Città di S.Gemini
1985, Invitata Città di Mirandola

PARTECIPA AI SEGUENTI CONCORSI
1975, Premio Stainer (Trento) M.O.
1977 Premio Stainer (Trento) P.A.
1977, Città di Soliera P.A.
1978, Premio Canossa 2 P.
1979, Stainer (Trento) M.O.
1979, Premio Canossa P.A.
1980, Premio Nuova Domus P.A.
1981, Premio Canossa M.O.
1981, Premio Ciano d'Enza M.O.
1983, Premio Ciano d'Enza P.A.
1985, Premio Ciano d'Enza P.A.
1987, Premio Martinsicuro (Teramo) M.O.
1989, Premio Martinsicuro (Teramo) M.O.
1989, Premio Marina di Ravenna M.O.
1989, Premio Città di Soliera P.A.
1990, Premio Martinsicuro (Teramo) M.O.
1991, Premio Città di Soliera M.O.
1991, Premio Martinsicuro (Teramo) M.O.
1992, Premio Martinsicuro (Teramo) P.A.
1993, Premio Martinsicuro (Teramo) P.A.
1994, Premio Marina di Ravenna P.A.
1994, Premio Martinsicuro (Teramo) M.O.
1995, Premio Marina di Ravenna M.O.
1995, Premio Martinsicuro (Teramo) M.O.
1996, Premio Biennale di rimini M.O.

Nel 1980 frequenta il laboratorio di Scanavino a Finale Ligure ed impara la serigrafia d'arte. Colpita da questa tecnica che sperimenta, con il marito apre un laboratorio di serigrafia che si occuperà anche di serigrafia d'arte.
Partecipa nel 1990 anche a collettive in ambito locale: Aprica, Bormio, Piateda, Berbenno, Poggiridenti, Villa di Tirano, Gera Lario, Dongo, Varenna, Roma, ecc.
Da queste frequentazioni nasce l'esigenza di formare un gruppo, nasce così Arteaperta.
E' presente in qualificati annuari e cataloghi d'arte con quotazioni e note biografiche: Annuario Comed n. 15, 22, 24, 26 - L'Elite 99 - New Art Promotion 2000 - Annuario Arte Moderna 2000 - Artisti Contemporanei 99.
Quotidiani, settimanali, riviste d'arte e cultura provinciali, nazionali ed esteri hanno riportato articoli e recensioni.